Wisentstier Durkan è morto per un’infezione dei suoi genitali

Wisentstier Durkan, che è stato trovato morto due settimane fa nel Parco Naturale Lelystad, è morto di posthitis, un’infezione degli organi sessuali. Questo appare dopo l’autopsia sull’animale.
La postite è più comune nei tori saggi e non può essere trattata, riporta il paesaggio flevo. “Sfortunatamente, l’infezione non è visibile durante i controlli quotidiani degli animali. Gli animali si comportano normalmente e non mostrano segni di malattia. Nel momento in cui si ammalano molto si ritirano nel ruvido. Così scopriamo solo che un animale è malato, quando non lo vediamo più nella mandria. Poiché tali infezioni peggiorano rapidamente, abbiamo scoperto solo che Durkan era malato quando è stato trovato morto nella residenza’ ’
35 prole
Durkan vissuto da Giovedi 12 novembre 2015 nel Parco Naturale Lelystad. È venuto come un animale di quattro anni da uno zoo tedesco e ha sostituito il toro Bjarnov, che si è trasferito in Spagna. Durkan si prese cura di 35 discendenti durante i suoi sei anni a Lelystad. Questo numero può ancora crescere, perché il 25 novembre scorso ha coperto un’altra mucca, quindi potrebbero esserci ancora alcune mucche incinte con lui.
La prole di Durkan si sviluppa su diverse aree. Ad esempio, i bambini del toro camminano in una riserva naturale in Castiglia e León, nella Riserva Naturale Lille Vildmose in Danimarca, nel Maashorst nel Brabante settentrionale, sullo Slikken van de Heen in Zelanda e nel Parco Naturale Lelystad.
Nuovo toro
Durkan alla fine sarà sostituito da un nuovo toro, riporta il paesaggio flevo. “Speriamo che questo accada nel corso del 2022, ma questo ovviamente dipende da quando un animale è disponibile (e dove). Non abbiamo ancora in mente un nuovo toro specifico. Vorremmo prima contattare il libretto degli studi. Per evitare consanguinei, il toro viene accuratamente selezionato dal “Libro genealogico dei bisonti europei” nel Parco Nazionale polacco di Białowieża.
Per 45 anni wisenten nel Parco Naturale Lelystad
Fin dalla sua fondazione nel 1974, il Parco Naturale di Lelystad ha svolto un ruolo nei programmi di allevamento di specie in via di estinzione e la reintroduzione di queste specie in natura, come cavalli Przewalski, castori e saggi. Dal 1976 una mandria di wisenten vive nel Parco Naturale Lelystad. Nel corso degli anni, quasi 100 saggi di questa mandria sono stati rilasciati nei Paesi Bassi e (tra gli altri) in Polonia, Bielorussia, Lettonia, Croazia, Germania, Scozia, Belgio, Spagna e Danimarca. L’attuale mandria è composta da circa 25 animali: una mandria di base di dieci mucche, un toro e i loro discendenti degli ultimi due anni. Quasi ogni anno, gli animali vengono rilasciati in altri parchi e riserve naturali.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.