3 Passi da fare se vedi segni di abusi sui minori

Potresti sospettare che un bambino stia subendo abusi, ma non sai come affrontarlo. Quali azioni puoi intraprendere per portare l’autore di tale crimine USA alla giustizia? Abusi sui minori classifica come maltrattamenti a causa di violenza o minaccia di un bambino, e questo potrebbe significare abbandono, fisico, emotivo, o abuso sessuale.

Passo # 1: Verificare la presenza di segni di abuso
Sfortunatamente, potresti non essere l’unico che ha visto segni di abusi sui minori, ma potresti essere il primo ad agire contro di esso. Molte volte, le persone vedono il bambino che subisce abusi, ma non sanno come rispondere ad esso. Potresti parlare con il bambino o anche con i genitori dell’abuso se ritieni di poterlo fare in modo sicuro. In alcuni casi, offrire al bambino un orecchio che ascolta può fare molto.

Tieni presente che i segni non si mostrano sempre come cose ovvie come un occhio nero o lividi. Individuare i segnali di pericolo potrebbe salvare la vita del bambino.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei segni che un bambino potrebbe subire abusi:

Segni comportamentali
Segni fisici
Segnali verbali
Segni comportamentali
Il bambino può restringersi lontano dalle persone o sentirsi minacciato dal contatto fisico. In alcuni casi, potrebbero rifiutarsi di fare il bagno o fare il bagno eccessivamente. Possono mostrare segni di regressione come succhiare il pollice senza una causa identificabile. Il bambino può sperimentare incubi frequenti o mostrare comportamenti sessuali inappropriati per l’età.

Segni fisici
Forse il segno più evidente di abusi sui minori, si può vedere guardoli, gonfiore, o lividi. Ossa rotte inspiegabili o sangue su lenzuola o indumenti intimi potrebbero anche essere un altro segno.

Segnali verbali
Potresti sentire il bambino usare frasi inappropriate per la loro età. Possono diventare silenziosi senza preavviso o apparentemente senza ragione.

Passo 2: parla con il bambino
Parla con il bambino se ti senti preoccupato per la possibilità di abusi. Si desidera creare un ambiente non minaccioso in cui si apriranno. In alcuni casi, la persona potrebbe averli minacciati e li ha spaventati a non parlarne. Sii consapevole del tono perché se usi un tono troppo serio, potresti spaventare il bambino. Evita di dire cose che sembrano giudicanti o incolpare il bambino, come affermazioni come “Quando hai detto questo, mi ha fatto preoccupare…” Non dire nulla che possa incolpare loro e farli provare vergogna.

Passo #3: Segnalalo e parla con un avvocato
Denuncialo alla polizia per assicurare il colpevole alla giustizia. Parlando con la polizia crea anche una registrazione scritta degli abusi accadendo. Mentre possono sembrare che non stiano facendo nulla all’inizio, questo dipende dall’agenzia. Puoi controllare verso la fine della settimana per vedere cosa sta succedendo. Si vuole anche parlare con un avvocato nei casi in cui è stato il vostro bambino e l’abuso è accaduto a asilo nido o un’altra organizzazione. I bambini hanno tanto-se non di più-il diritto legale al risarcimento, e tiene gli abusatori responsabili delle loro azioni riprovevoli. Puoi ritenere responsabile l’autore, la scuola, l’organizzazione o l’azienda che li ha impiegati.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *